lunedì 8 maggio 2017

Verso Punta Izzo possibile

foto di Daniele Ballotta
Una splendida giornata di sole, una natura colorata e rigogliosa, un viaggio culturale tra passato e presente di un luogo di disarmante bellezza, da troppo tempo negato alla collettività. Un sentiero ‘possibile’ che abbiamo voluto tracciare insieme: a piedi e con un po’ d’immaginazione. 
Racconto, poesia, arte, musica: tanti linguaggi diversi e universali si sono intrecciati per andare oltre le barriere incontrate lungo il cammino. Per riattivare legami profondi e intangibili. 
“Dalle Saline a Punta Izzo” è stato un percorso eco-culturale, ma anche il tentativo di rimettere in moto un sentire comune. All’iniziativa hanno partecipato oltre 200 persone: adulti, bambini e famiglie di Augusta, Siracusa, Catania, Caltagirone, Piazza Armerina, Palermo e Taormina. Dalla facoltà di scienze politiche dell’Università di Catania ci hanno raggiunto anche decine di studenti del corso di Antropologia del Mediterraneo, coordinati dalla professoressa Mara Benadusi, per fare di questa giornata una preziosa occasione di studio delle relazioni tra territorio e popolazione.
Un risultato incoraggiante che ci dimostra, ancora una volta, che una Punta Izzo liberata, protetta e fruibile è desiderio di migliaia di cittadini da ogni parte della Sicilia. Un’istanza collettiva, oggi sostenuta anche dall’Amministrazione comunale di Augusta, che vuole scongiurare il ripristino del poligono di tiro e la permanenza di un vincolo militare incompatibile con le finalità di tutela e valorizzazione di questo comprensorio costiero ricco di valenze paesaggistiche, archeologiche e culturali. La giornata di ieri è un altro traguardo importante verso l’obbiettivo di riconoscere Punta Izzo come parco eco-culturale. Abbiamo ancora tanta strada da percorrere, lo sappiamo bene. Ma la determinazione non ci manca e nemmeno la gioia dei buoni camminatori. Dal bagno di sorrisi incrociati domenica, ne usciamo ancora più consapevoli: un’altra Punta Izzo è Possibile.

Coordinamento per Punta Izzo Possibile

Nessun commento:

Posta un commento