venerdì 24 marzo 2017

Dynamic Manta, prove di guerra a rischio nucleare. La protesta degli attivisti e il silenzio delle istituzioni civili

foto di Aviation Report


L'immagine parla da sé. A largo delle coste siciliane il sottomarino a propulsione nucleare statunitense durante l'esercitazione di guerra NATO (1) e a poche miglia di distanza una nave mercantile probabilmente transitata dal porto di Augusta. Come denunciato dal Coordinamento regionale dei comitati No Muos, le manovre militari di Dynamic Manta si stanno svolgendo in mancanza di un piano d'emergenza esterno, aggiornato e accessibile in base alla legge, per rispondere all'eventualità di un incidente atomico (2). A ciò si aggiungono i sensibili danni all'ambiente e alle economie marittime che questo genere di addestramento bellico necessariamente comporta.


foto di A. Di Stefano

foto di L. Manna

Nonostante le denunce e il presidio No War svoltosi domenica scorsa davanti ai cancelli della base navale di Augusta e poi in piazza e per le strade della città, la politica e le istituzioni locali - in primis, il Prefetto di Siracusa, la Sindaca, l'intera Giunta e il Consiglio comunale di Augusta - continuano a trincerarsi dietro un silenzio imbarazzante, ignorando le documentate proteste degli attivisti, la gravità della problematica sollevata e i connessi rischi per la sicurezza delle popolazioni (3).

Oggi è l'ultimo giorno dell'esercitazione Nato, ma altri devastanti war games in Sicilia e nel Mar Mediterraneo sono già in calendario. Resistere e opposi a questo stato di cose rimane il compito delle realtà sociali impegnate quotidianamente nella lotta contro la militarizzazione dei territori, la difesa dell’ambiente e la promozione di una cultura di pace, giustizia sociale, solidarietà e accoglienza.



Gianmarco Catalano




(1) All'esercitazione NATO in corso nel Mediterraneo, anche la Marina miliare francese schiera "un sottomarino nucleare d'attacco", come segnala la rivista francese Mer et Marine. Ecco l'elenco completo dei mezzi aeronavali schierati per l'edizione 2017 di Dynamic Manta:
fonte: Turkish Navy


(2) Mentre cresce la presenza di sottomarini russi schierati nel Mediterraneo, le forze Nato mostrano i muscoli attraverso le manovre di Dynamic Manta. Tra i paesi mediterranei, il primato per numero e qualità di sottomarini va alla Francia: 14 sommergibili, di cui 4 con capacità d'armamento nucleare. Seguono Turchia (13), Grecia (11), Italia (7), Spagna (3) e Portogallo (2). Gli Stati Uniti, invece, possiedono 82 sottomarini contro i 75 a disposizione della Russia: 13 (Russia) contro 14 (Usa) è infine il rapporto sul numero di sottomarini con capacità d'armamento nucleare


(3) Con Dynamic Manta  si gioca a "gatto e topo", ovvero la propaganda di guerra firmata Nato

Questo è il promo di Dynamic Manta diffuso dalla Nato per l'edizione dello scorso anno. Il video veniva accompagnato dal seguente messaggio: "It’s a game of cat and mouse in the Ionian Sea as eight nations - France, Germany, Greece, Italy, Spain, Turkey, the UK and the US – practice anti-submarine warfare as part of NATO exercise Dynamic Manta. But who will win? The cat, or the mouse?"
Un perfetto esempio di propaganda bellicista: come far passare una prova di guerra per un avvincente gioco "a gatto e topo". Chi vincerà? Tom o Jerry?

Nessun commento:

Posta un commento