martedì 8 novembre 2016

Punta Izzo parco naturale e culturale smilitarizzato: come e dove firmare la petizione

Punta Izzo è un bellissimo tratto della costa di Augusta, nel Siracusano, che da più di un secolo è soggetto a servitù militare e utilizzato, fino ai primi anni ’90, come poligono di tiro per le esercitazioni a fuoco della Marina e delle altre forze armate italiane, ma anche per l’addestramento dei marines della VI flotta statunitense ospitata nella base Nato di Melilli. 

Il Coordinamento per la smilitarizzazione e la tutela di Punta Izzo nasce con l’obiettivo di riaprire alla collettività questo comprensorio costiero – ricco di motivi naturalistici, storici, etnografici e archeologici – per farne un parco naturale e culturale, in netta opposizione alla paventata riattivazione del poligono militare.              
La campagna Punta Izzo Possibile mira così a riconvertire uno spazio militarizzato in un’oasi verde fruibile dalla società civile, e protetta dalle speculazioni commerciali ed edilizie. Un luogo, insomma, dove praticare un rapporto di simbiosi con la Terra e, insieme, costruire relazioni umane improntate ai valori di pace, uguaglianza e solidarietà.

Dal 4 novembre scorso è attiva la petizione popolare per la smilitarizzazione, la bonifica e la tutela di Punta Izzo.
 
Credi che Punta Izzo debba tornare a essere un bene comune libero da vincoli militari? Sei convinto che questo tratto di costa meriti il riconoscimento come parco naturale e culturale, affinché diventi un'area marina aperta alla cittadinanza, ma posta al riparo dalla cementificazione e dalle privatizzazioniAllora sostieni la causa! Firma e fai conoscere l'iniziativa! Per lasciare traccia sui social network, nei tuoi post sull'argomento puoi utilizzare l'hashtag #firmaperpuntaizzo 


In attesa del prossimo banchetto in piazza, puoi firmare e invitare a firmare la petizione - munito di documento d'identità - nei seguenti punti di raccolta ad Augusta:


- Libreria Letteraria, via principe umberto 270
- Cartoleria Melluso, via principe umberto 149
- Vineria Rosè, piazza duomo 8
- Osteria La Mattonella, via giuseppe garibaldi 88
- Edicola La Sicilia, lungomare rossini 27
- Enoteca Mauro Vini, viale italia 168
- Barbiere Conte, viale italia 93
- Edicola Saraceno, viale italia 85
- Panineria Il Peperoncino, viale italia 66
- Officina Prato, via trento 3

All'ingresso di ogni locale che accoglie la raccolta firme, troverai l'adesivo con la scritta: 

"Firma qui la petizione per Punta Izzo"






In alternativa al cartaceo, c'è anche la petizione online da sottoscrivere e condividere a questo link: https://www.change.org/p/smilitarizzazione-bonifica-e-tutel…


Ricordiamo ancora che per firmare la petizione cartacea occorre essere muniti di documento d'identità (va bene anche la patente di guida o il passaporto).

Per ulteriori informazioni, chiarimenti o suggerimenti, puoi scrivere al Coordinamento per la smilitarizzazione e la tutela di Punta Izzo a questo indirizzo mail: puntaizzo.possibile@email.it

Un'altra Punta Izzo è Possibile, mettiamoci la firma!

Nessun commento:

Posta un commento