sabato 14 maggio 2016

Sbarcano a Catania 280 migranti, destinazione Cara di Mineo

foto:meridionews

Questa mattina sono giunti al Porto di Catania circa 280 migranti, a bordo della nave della guardia costiera finlandese Merikarhu, impegnata in Frontex. Come al solito tutto procede velocemente, i migranti vengono parcheggiati a gruppi nella banchina, senza alcuna informazione sulle procedure per la richiesta d’asilo , agli antirazzisti, tenuti a distanza, viene impedito persino di fotografare.
Dalle notizie fornite dalla Polizia italiana i migranti sono in larga parte di nazionalità somala. Molte le donne e diversi i neonati arrivati. Due donne e una bambina sono stati portate in ospedale, sfinite dal viaggio. I migranti giunti a Catania erano in possesso di zaini e valigie che la polizia ha perquisito prima di imbarcarli sugli autobus utilizzati per il trasferimento. Dai bagagli sono stati sottratti imprecisati beni, poi buttati.
Identificati, la questura ha dichiarato che tutti i migranti giunti avrebbero fatto richiesta di asilo (nella nave? Visto che in pochi minuti in banchina non si può formalizzare la domanda d’asilo).
A bordo di 6 pullman i 280 migranti sono stati trasferiti al Cara di Mineo, così com’avvenuto dopo lo sbraco a Reggio Calabria di sabato scorso, quando 500 migranti dei 900 arrivati, sono stati trasferiti a Mineo.
Oramai, nonostante l’inchiesta su Mafia Capitale e la gestione commissariale, il Cara di Mineo, che a Dicembre contava 1600 “ospiti”, adesso ne vede più del doppio, funziona anche come “hotspot”, vedremo come ne blinderanno una parte.
Invitiamo a partecipare domenica 15 maggio alla manifestazione NoMuos a Niscemi nello spezzone di corteo NoFrontex e sabato 21 maggio a Catania al seminario“ Sicilia e migranti: Accoglienza degna o Frontex e respingimenti?”

di Rete Antirazzista Catanese

Catania, 13 maggio 2016

Nessun commento:

Posta un commento